Tra il piacere SEGRETO di tua nonna e l’intelligenza artificiale…

*BUONA LA PRIMA*

💋

💋

💋

nonna.png

Te la faccio semplice: se dovessi scegliere fra un’impresa che in ITALIA si apre all’intelligenza artificiale e tua nonna che si trastulla felice in bagno, sceglierei la…

^^ FELICITA’ DELLA NONNA ^^ 

Perchè?

Leggi BENE che te lo spiego.

Frank Lanterna

L’intelligenza artificiale sta vivendo un boom senza precedenti: negli ultimi quattro anni, le imprese del mondo che l’hanno adottata sono aumentate del 263%, con tutti i responsabili informatici aziendali che ne hanno fatto una priorità, come conferma un’altra recente analisi che ha coinvolto 87 Paesi, tra cui l’Italia.

L’intelligenza artificiale, dicono in coro i responsabili informatici aziendali, è diventata parte integrante di ogni strategia digitale e viene già adottata in un numero enorme di applicazioni. È uno dei pilastri della trasformazione digitale di ogni tipo di impresa, naturalmente declinato in diverse forme: il 52% delle aziende di telecomunicazioni per esempio utilizza chat-bot (software creati per “dialogare” con esseri umani), il 38% delle società del settore sanitario si affida a diagnosi in cui i computer hanno un ruolo non secondario.

Sul fronte dell’artificial intelligence, per inciso, il problema numero uno segnalato dalla maggior parte (54%) dei responsabili informatici aziendali è la mancanza di talenti, di professionisti sul campo. Il che sta costringendo le società a investire in programmi di formazione per i lavoratori già in possesso di basi di statistica e data management, a volte unendo le forze con altre imprese (joint venture).

L’Intelligenza Artificiale è un ramo dell’informatica che permette la programmazione e progettazione di sistemi hardware e software che permettono di dotare le macchine di determinate caratteristiche che vengono considerate tipicamente umane quali, ad esempio, le percezioni visive, spazio-temporali e decisionali. Si tratta cioè, non solo di intelligenza intesa come capacità di calcolo o di conoscenza di dati astratti, ma anche e soprattutto di tutte quelle differenti forme di intelligenza che vanno da quella spaziale a quella sociale, da quella cinestetica a quella introspettiva. Un sistema intelligente, infatti, viene realizzato cercando di ricreare una o più di queste differenti forme di intelligenza che, anche se spesso definite come semplicemente umane, in realtà possono essere ricondotte a particolari comportamenti riproducibili da alcune macchine.

flag-2141861_1280

5 cose (+ 1) da sapere prima di evitare di fare pasticci introducendo # Ad-Minkium # l’intelligenza artificiale nella tua azienda, anche se in Italia non c’è alcun problema perchè tanto nessuno ci capisce un CaxxO!

  1. Paragonare l’intelligenza artificiale a quella umana è fuorviante, poiché si tratta semplicemente di una branca dell’ingegneria informatica che sviluppa software per risolvere problemi specifici.
  2. Mai pensare che richieda poca manutenzione. Per sviluppare un sistema di intelligenza artificiale, è necessario il duro lavoro di data scientist umani che devono identificare il problema da far gestire e, soprattutto, continuare a sviluppare il software per integrare nuove tecnologie e nuovi dati nel ciclo di apprendimento della macchina stessa.
  3. Ogni tecnologia di questo tipo si basa su dati, regole e in generale input decisi da esseri umani: ne consegue che le analisi effettuate dall’artificial intelligence possono essere parziali esattamente come lo è il giudizio dell’uomo. Per cercare di limitare questo problema, spesso si cerca di mettere assieme un team eterogeneo di professionisti, in modo da avere approcci differenti sia nella scelta dei settaggi che nelle soluzioni tecnologiche adottate.
  4. Non pensiamo che l’artificiale serva solo a rimpiazzare l’uomo in compiti semplici e ripetitivi come in passato hanno fatto i robot nelle catene di montaggio delle industrie automobilistiche. Nel settore sanitario, per esempio, tecnologie di imaging sono in grado di analizzare una radiografia con una rapidità e una precisione superiori a quello dello stesso radiologo. Nel settore finanziario, i consulenti digitali sono ormai largamente utilizzati per la gestione dei portafogli e altri software per individuare anomalie nelle operazioni di online banking. Questo non significa che l’artificiale sostituirà medici o gestori finanziari, ma che lavorerà sempre più al loro fianco, costringendoli ad aggiornare le loro competenze professionali.
  5. Siamo sicuri che esistano società che non hanno assolutamente necessità di qualche particolare applicazione di intelligenza artificiale? L’evoluzione tecnologica del settore agricolo italiano, per esempio, racconta una storia completamente diversa. Dipende anche dal settore di business: ogni organizzazione dovrebbe valutare il potenziale impatto dell’intelligenza artificiale nella propria strategia imprenditoriale.

Questa bella ragazza, artificiale, ti serve per stemperare il tuo duro lavoro da imprenditore serio.

Tuttavia, piuttosto che occuparti del marketing della tua azienda, io so che hai il vizio antico di avere le mani in pasta.

Le mani IN PASTA, invece, le devi lasciare ai tuoi operai o ai tuoi delegati di fiducia.

In Italia, quella dell’imprenditore operaio, non è una tanto barzelletta Berlusconiana: è proprio una VERA malattia.

“SMETTILA DI INTRECCIARE LE MOZZARELLE”

Come dici?

Meglio una ragazza in carne, ossa e capelli che quella in foto?

Hey, stiamo parlando di INTELLIGENZA ARTIFICIALE, indi per cui, ti meriti una RAGAZZA ARTIFICIALE.

Lo so, spesso urto la tua suscettibilità e – per questo – GODO!

Comunque… “Ti ho raccontato un bel po’ di cose”. Non credi? 

Di per sé, confesso, l’intelligenza artificiale è una tematica che mi intriga e spaventa allo stesso tempo.

Ma tu non allarmarti. Non ce ne bisogno!

In Italia, le piccole e medie imprese, non hanno uno stralcio di sistema di marketing al loro interno… “Figuriamoci se i capi d’azienda hanno pure il guizzo di pensare all’intelligenza artificiale di sta fava.”

Tutto BELLO, per carità.

Ciao MATRIX! Aspetta e spera, che poi si avvera!

Ma…………………..

Ti devo proprio dire una cosa!

Caro FINTO “amico” imprenditore:

Senza Marketing

🤘 6 MORTO STECCHITO

e l’intelligenza artificiale

(che nel marketing che serve a te è molto relativa)

è utile se vuoi dare aria ai denti tutte le volte che ne parli.

TI PIACE COSI’ TANTO PERDERE TEMPO E SOLDI?   

Ora, quello che devi fare TE LO SCRIVO QUA SOTTO

60920.png

👍 METTI subito da parte tutte queste menate da Star Treck 2040 NEXT FUTUR GENERESCIONS e fatti una serie di domande mirate per partorire la tua migliore strategia aziendale!

Torna fra noi comuni mortali. 

 

Capitan M

Ed eccomi nuovamente in veste di CAPITAN MARKETING.

Altro che Hollywood.

Beh, io posso permettermelo.

(!Mica Sono 1 Consulente Serio!).

Ma come puoi notare, in tutta onestà e trasparenza, sono sempre pronto a difenderti dalle porcate inutili presenti nel web; diavolerie varie dalle quali tu TI DEVI TENERE ALLA LARGA.

Lascia stare l’intelligenza artificiale, sorridi per tua nonna lussuriosa e concentrati soltanto sul mio KIT. 

Perchè…

A te serve un KIT (per cominciare!)   

Ma cos’è sto KIT, meglio noto come MACCHINA TRITA CLIENTI?

❤ Giusto per stare sul pezzo, questo è il mio grido di battaglia:

Riassesta la tua azienda con una gestione corretta dei clienti e la comprensione del loro processo d’acquisto, distinguendoti significativamente in una nicchia di mercato redditizia e comunicando in modo adeguato le tue proposte convincenti.

Lascia alla concorrenza la “pubblicità” e le “teorie accademiche sul business”!

E’ la mia USP, più precisamente. Ora, se pensi che la usp sia un banale slogan, TI SBAGLI.

Non si tratta di una frase che costruisci in base alla fantasia e alla creatività.

Al contrario, si ricava dopo una lunga analisi scientifica del settore in cui operi, seguendo un processo specifico. 

Ci vuole un po’ di tempo, a volte qualche mese.

Per aiutarti come si deve, GRATIS, ho preparato per te una mini-lista di potenziali BENEFICI e VANTAGGI che otterrai dal “lavoro che ti aspetta”

✔ LO STUDIO DEL MIO KIT

Quindi, ecco le:

#- Domande che salveranno la tua azienda da un triste destino!

#- Domande che ti faranno comprare la Porsche che hai sempre sognato!

#- Domande che attireranno solo belle donne per te, quelle senza il seno rifatto, non perchè ci sia qualcosa di male, ma solo per prendere le distanze da tutto ciò che è artificiale (compreso l’intelligenza!).   

Se riuscirai a ragionare sull’intero processo che ti spiego nel mio preziosissimo KIT, AVRAI LA TUA STRATEGIA AZIENDALE VINCENTE.

Fossi in te, mi concentrerei esclusivamente sul beneficio/vantaggio n. 1

L’unico che poi conta:

*SALVA LA TUA AZIENDA DA UN TRISTE DESTINO*

Per ciò…

😃 GRATIS, STUDIA IL KIT 🤔

 

2935

 

  1. RIASSESTA LA TUA AZIENDA

  2. STABILIZZA IL TUO BUSINESS

  3. AUMENTA LE TUE VENDITE SUL MEDIO E LUNGO PERIODO

  4. ALZA SUBITO I PREZZI

  5. MIGLIORA LA MARGINALITA’ SU CIO’ CHE VENDI

  6. TIENI A BADA IN MODO SMART I TUOI DIPENDENTI