080 902 62 95 info@franklanterna.com
Seleziona una pagina

Se sei un IMPRENDITORE è importante che tu legga questo articolo.

Per ottenere i tuoi obiettivi con le mie indicazioni, ovviamente, tu devi fare la tua parte, che è innanzitutto leggere quanto ti sto scrivendo e fino in fondo; con attenzione!

Chiarito questo…

  • Mi aspetto che tu ti fidi di me. Non hai nulla da perdere. Ciò che ti donerò in questo articolo del mio blog ha funzionato con altre persone prima di te. Quindi so per certo che quello che ho da offrirti funzionerà anche per te, pur restando umilmente con i piedi per terra.
  • Mi aspetto che tu ti impegni. Hai in mano in questo momento un vero e proprio fucile mitragliatore, ma devi fare la tua parte. Non solo leggendo, ma anche completando il tutto con una semplice azione finale.

Fino a NON molto tempo fa le opzioni a livello pubblicitario erano tre:

Il marketing d’immagine, si fa per dire.

È un tipo di marketing che, banalizzando, riesce a catturare l’attenzione del pubblico per un massimo di trenta secondi, ma poi non riesce a trasformarla in un contatto commerciale, quindi ti fa perdere più soldi di quelli che ti fa guadagnare. Esempio: ciò che fa il Mulino Bianco.

Il marketing informativo, si fa per dire.

Riesce a mantenere attivo l’interesse dei clienti che si appassionano alla tua azienda, ma non riesce a catturare l’attenzione di nuovi clienti.

È spesso terribilmente noioso, cosa che ti obbliga a creare anni di contenuti prima di vedere un risultato importante. Esempio: il mitico Salvatore Aranzulla.

❎ In tal senso il mio libro può aprirti un mondo, sia chiaro!

Il marketing a risposta diretta: ah, Ecco!

Sa catturare, mantenere e pilotare l’attenzione verso un’offerta commerciale, ma spesso non piace agli imprenditori, ai media e ai legali della concorrenza.

Come mai?

Perché può sembrare brutto, politicamente scorretto e manipolatorio;

cosa che lo rende quasi impossibile da scalare sul mercato di massa e inadatto per imprenditori che vogliano rafforzare l’immagine aziendale.

In realtà, se Barilla e Mulino Bianco iniziassero a fare (bene) questo tipo di Marketing, in poco tempo ne trarrebbero benefici economici.

Ognuno di queste tipologie di marketing ha delle lacune.

Ed è proprio per questo che è nato questo nuovo approccio pubblicitario.

Hai letto qualcosa di “sano”, finalmente: qualcosa – anche in Italia – sta cambiando.

Questo nuovo approccio prende il meglio da ogni tipologia di marketing esistente, al fine di creare un mix esplosivo in grado di generare risultati senza eguali.

Ecco perché… “se Barilla e Mulino Bianco iniziassero a fare (bene) questo tipo di Marketing, in poco tempo ne trarrebbero benefici economici”.

E questo vale per tutti, anche per piccole e medie imprese.

Ficcati in testa un concetto chiave: la pubblicità ha solo uno scopo, VENDERE.

Belle pubblicità o bei video (il marketing di immagine), giudicati divertenti dal pubblico, che però faticano quando bisogna andare al sodo, sono lo sterco del diavolo.

Come si canalizza quindi l’interesse generato verso la vendita?

In questo ci aiuta un’altra disciplina (che conosciamo molto bene), più improntata sui risultati e sulla misurabilità, ovvero l’altro elemento che compone il mix del nuovo approccio pubblicitario: il Direct Marketing.

Il Direct Marketing, per l’appunto, ha come scopo unico quello di vendere.

Senza fronzoli.

Si parte da un problema e si arriva ad una soluzione, che si tratti di un prodotto o di un servizio.

Per fare un esempio terra-terra, è sufficiente pensare alle televendite di Media shopping, Eminflex, Marion, etc.

Sono brutte, spesso delle vere e proprie prese in giro… ma vendono.

E sono i fatturati delle aziende a testimoniarlo.

Lo scopo del nuovo approccio pubblicitario è quello di sfruttare i vantaggi del direct marketing e del suo linguaggio, il Copywriting, ma anche quello di rendere una pubblicità “bella da vedere” e allo stesso tempo gradevole ed educativa.

lo strumento perfetto perché è in grado di unire nuovo approccio pubblicitario al formato più amato dai consumatori: i video!

Ora, esistono infinite ricerche che incoronano i video come il formato più amato dai consumatori per informarsi e… acquistare.

Ed è proprio per questa somma di motivi che in Italia sta crescendo la richiesta di questa nuova forma promozionale.

Intendiamoci, non se ne esce: è sempre Marketing NON pubblicità.

Se sei un imprenditore interessato a questo nuovo, rivoluzionario approccio di marketing e hai voglia di:

  • Intrattenere ed educare i clienti;
  • Vendere senza pietà, come le migliori campagne di Direct marketing dei vecchi maestri; 
  • Contribuire a costruire la reputazione e il brand della tua azienda;

Contattami per un consulto, senza doverti sentire in obbligo e SENZA Preconcetti.

✔ Clicca sul Link: https://bit.ly/contact-F

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: