PREMESSO CHE RADIO POP-PIZ E’ UNA DELLE + BELLE IDEE GENIALI CHE L’UOMO DELL’ETERE MODERNO POTESSE MAI AVER AVUTO E CHE NULLA HO CONTRO…FOSSE SOLTANTO PER LA SIGNORA FINELLA DAL SOTTANO….CHE DIO LA BENEDICA…

edge-3528319_1280

Gli Americani, da sempre, dicono:

“The Money is in the List” (I soldi sono nella lista).

Ora si aprono due scenari:

  •    Gli Americani non capiscono nulla (come sempre)
  •    Ma cos’è sta Lista?

Partiamo con il dire che non parliamo della Lista della Spesa.

Detto questo analizziamo rapidamente i due tipi di scenari.

#1 Gli Americani non capiscono nulla.

Qui devo subito contraddire chi pensa questo.

Gli Americani, avranno tanti difetti (mangiano male, bevono quei caffè annacquati,ecc… ecc…), ma sul web, e più precisamente con il web marketing, sono avanti almeno 5 anni rispetto a noi.

Da loro, su questo argomento, c’è solo da imparare.

E non è una questione di “Loro sono più intelligenti di noi”, ma di cultura o più semplicemente modo di pensare e agire.

Ovviamente, poi, tutto deve essere contestualizzato nel mercato Italiano, una piazza commerciale diametralmente opposta a quella americana. Non solo per densità di popolazione, ma soprattutto di mentalità.

Noi Italiani non siamo ancora pronti agli acquisti online.

Abbiamo sempre quella tremenda paura di essere truffati:

  • “E se mi clonano la carta di credito?”.
  • “E se pago e non ricevo la merce?”.
  • “E se la merce è difettosa?”
  • “E se….?”

Sicuramente il mercato americano da questo punto di vista è più aperto e preparato.

Meno “pippe” mentali e più voglia di esperimentare e per certi versi mettersi in gioco.

#2 Ma cos’è la lista?

Di fatto è un elenco di nominativi che volontariamente hanno lasciato i propri dati (nome, email, cellulare) per rimanere in contatto con te.

Solo questo dovrebbe bastare a farti capire il suo enorme potenziale: persone che di propria spontanea volontà hanno chiesto di restare in contatto con te e non con un altro concorrente.

Sono potenziali clienti in target.

Vanno solo “educati” all’acquisto: questo però fa parte della seconda fase dove interviene l’email marketing.

Per molti esperti di Internet Marketing la Lista Contatti è il proprio bancomat. Ogni volta che hanno “bisogno” di denaro, inviano una email alla propria Mailing List con un prodotto o servizi da vendere e “Boom”: cash a palate.

Attenzione: non è tutto oro quello che luccica e soprattutto il successo economico non è così immediato. Serve costanza, impegno e dedizione. Nessuno regala niente.

Per fare questo però devi avere 3 elementi a tuo favore:

  • Essere percepito come un Esperto del tuo Settore e come Persona della quale fidarsi: il Blog è il tuo migliore strumento per fare Brand Positioning.
  • Avere una Mailing List il più in target possibile: più sarai bravo a Filtrare il giusto pubblico e più avrai una Lista altamente qualificata e pronta ad acquistare da te. Facebook è un ottimo strumento per questo scopo.
  • Educare i contatti della Lista: questo è un passaggio molto importante, che viene gestito in automatico da un Software di Email Marketing (Autoresponder). Attraverso una serie di Email scritte in precedenza da Te (Follow Up), il tuo contatto attraversa un percorso educativo/informativo che lo porta dalla prima email di “Benvenuto” a quelle più “mirate” legate ai tuoi prodotti o servizi.

La tua Mailing List, quindi, è la tua migliore Fonte dove attingere clienti in Target.

Certo non tutti verranno convertiti in maniera rapida. Ognuno ha il suo Tempo. Ci sarà la persona che deciderà di acquistare da te alla seconda email e chi lo farà alla 30esima o chi, addiruttura, non lo farà mai.

Ma tutti sono lì, che leggono i tuoi contenuti.

E’ un serbatoio estremamente prezioso, da curare davvero con molta attenzione.

Devi dosare sempre il giusto mix di email puramente informative con altre più “commerciali”.

Una volta che abbiamo capito l’importanza della Mailing List e del perché è fondamentale averla per il tuo business, vediamo ora come crearla.

1# Offrire un incentivo.

Parlando terra a terra devi dare un regalo al tuo lettore in cambio della sua email.

Nel gergo tecnico si chiama Lead Magnet  ed è un File Pdf, audio o video dove affronti un solo problema (molto sentito dalla tua nicchia di riferimento) e lo risolvi.

Più il problema è specifico e più otterrai contatti altamente qualificati.

Esempio: Scopri come risparmiare soldi con il Noleggio a Lungo Termine.

Il Tuo target saranno le Piccole e Medie imprese e i Liberi Professionisti con Partita Iva e il tuo Lead Magnet sarà una guida di 7/8 pagine (o audio o video) dove spieghi come fare.

La cosa interessante è che otterrai email (contatti) di persone assolutamente in target con quello che offri (Noleggio a Lungo Termine). Non si iscriverà mai la Casalinga di Voghera perché a lei non interessa nulla del NLT.

#2 Creare un Form raccolta dati o Pop Up

Una volta che hai la calamita (Lead Magnet) per attrarre clienti devi pensare ad uno spazio dove far inserire nome ed email.

Limitati a questi due elementi, non essere troppo invasivo, al massimo lo farai in un secondo momento con una email specifica.

Hai due soluzioni:

  1. Creare un Form apposito per raccogliere i dati: puoi usare ACTIVE CAMPAIGN per creare fisicamente il riquadro e inserirlo sul tuo Blog o sul Sito della tua Azienda.
  2. Creare un Pop Up: è un riquadro (simile al Form del punto precedente) dove il visitatore può lasciare i suoi dati. Il bello del Pop Up è che puoi decidere tu quando farlo vedere: subito appena si collega al tuo Blog o Sito Internet, dopo “X” secondi oppure alla fine, prima di chiudere la tua Pagina.

#3 Collegare l’incentivo al tuo Autoresponder

Una volta che hai creato le basi per la raccolta email (incentivo e Form/Pop Up), non ti resta che dare il via all’intero processo educazionale.

Apri il tuo Autoresponder e crea la prima email di “Benvenuto”, dove oltre ai ringraziamenti per essersi iscritto gli alleghi l’Incentivo promesso.

Da quel momento il contatto è all’interno della tua Mailing List e ci rimarrà per sempre, almeno che volontariamente non decida di cancellarsi.

#4 Pubblicizzare l’iscrizione alla tua Lista.

Sinceramente le strategie sono le stesse suggeriti per il gruppo Facebook.

Devi quindi portare traffico sul tuo Blog o Sito mettendo in evidenza il beneficio che il lettore otterrà iscrivendosi alla tua Mailing List.

Il Traffico è sempre:

  •     A pagamento: Facebook Ads, Google Adwords
  •    Gratuito: Passaparola, Firma nelle Email, Biglietti da visita, Social Network, ecc…

Una volta che hai impostato questa “micidiale” arma di acquisizione contatti, devi lavorare bene al processo educativo ossia nella creazione di un Follow Up ad alta conversione.

Conclusione

Lo sviluppo di una propria Mailing List non è “roba” solo da Professionisti Digitali che lavorano sul Web.

Tutti dovrebbero averla.

Anche l’estetista di Roma, il Panettiere di Bergamo, l’Autolavaggio di Corsico o l’Agenzia assicurativa di Milano.

La Lista Contatti rappresenta davvero una fonte inesauribile di opportunità.

Nel settore auto potremmo usarla per:

  •    Vendere un’auto
  •    Vendere un accessorio
  •    Vendere un Servizio
  •    Ricordare un tagliando o revisione
  •    Fare delle offerte mirate e precise
  •    Invitare ad eventi o manifestazioni particolari
  •    La più importante: mantenere un rapporto con il contatto affinchè non si dimentichi mai di noi.

Tutto serve a dare visibilità alla tua Persona e a posizionarti nella mente delle persone come il Vero Esperto del tuo Settore.

Impara a ragionare seguendo questo schema:

  • BLOG focalizzato su una nicchia ben precisa di mercato
  • TRAFFICO da mandare sul Blog e Profili Social
  • Form per la raccolta nominativi
  • AUTORESPONDER per mantenere i contatti con gli iscritti

Se seguirai questo semplice schema la tua attività offline e online otterrà degli importanti benefici:

  •    Potenziali clienti che non ti faranno perdere tempo: se non sono interessati si cancelleranno da soli alla Lista.
  •    Email che automaticamente ti fisseranno degli appuntamenti presso il tuo Ufficio.

Morale della favola: evolviti!