Volante 1 a volante 2

|dicevano gli Squallor|

Talmente delle richieste abbiamo portato il processo a Miami (senza senso).

Una città granto, una città co le fogne, una città coi telefoni, una città piena di luci. Ah…

Perché abbiamo scelto Miami, mi chiedo.
Perché abbiamo scelto Miami, mi chiedo. E so’ due.
Perché abbiamo scelto Miami? Perché Miami è vicino al maro,
un maro che la bagna dalla mattina alla sera e che fa dimenticare la tristezza dei nostri pensieri.

Tutti potete parlare, cittadini di Miami, basta cinque minuti perché il processo è una trasmissione democratico.

Alla parola la volante uno e la volante due.

– Volante uno a volante due, già stanno cacando sotto in un vicolo di Los Angeles, che abbiamo acchiappato due negri che c’hanno due cazzi, sembrano due idranti… Passo…

– Volante due ricevuto, il maresciallo non parla italiano parla inglese non si capisce niente…

– Ricevuto volante due, mi butto a fare un bagno perché mi sono accalorato ci sono quaranta caccavalle…

– Volante due ricevuto io purtroppo non mi posso bagnare in quanto mi è stato vietato dalla mia signora…

– Qui è sempre la volante uno che chiama la volante due non ti sento, vieni me vieni dentro vieni pronto…

– Io stanco song’ miezz’a strada, nun saccio parlà, teng’ a’pittata, volante due.


Posso raggiungere un bacino di utenza che è già entrato in rapporto con la mia azienda, i miei prodotti e i miei servizi… al fine di migliorare [strategicamente] le mie fottute vendite?

usa-1149896_1920 - Copia

Certo che sì, “costa” ed è possibile farlo in maniera scientifica.

Sull’argomento, però, c’è un bel po’ di confusione: facciamo chiarezza.

Il RETARGETING si riferisce alla possibilità offerta agli inserzionisti di raggiungere coloro che hanno già visitato il nostro sito e/o effettuato una data azione. Le azioni dei visitatori (comportamenti) vengono tracciate e permettono di costruire dei messaggi pubblicitari ad HOC che verranno mostrati loro nelle successive navigazioni, anche su siti terzi. Possiamo decidere di filtrare il nostro target sulla base del tipo di prodotto o servizio con il quale hanno interagito oppure in base a come sono arrivati al nostro sito (ricerca organica o social network). Ciò si riferisce alla strategia di retargeting che prende in considerazione le azioni compiute sul nostro sito. Tuttavia, esiste un altro tipo di retargeting ossia quello che consente di raggiungere una categoria di clienti potenziali, del tutto simile ai nostri clienti già acquisiti. In questo senso dovremo fare tesoro delle azioni che gli utenti compiono on-line su altri siti web, sui motori di ricerca e anche sui social media e usare queste informazioni per inseguirli.

Per REMARKETING, invece, si intende un’operazione simile che però utilizza un mezzo diverso ovvero lo strumento GOOGLE ADWORDS e le E-mail. Una strategia di remarketing classica è (ad esempio) l’invio di email automatiche a seguito dell’abbandono del carrello di un e-commerce. In pratica svolgere un’azione di remarketing significa inviare un messaggio ancora più diretto al cliente per coinvolgerlo ancora una volta e convincerlo a trasformare le proprie intenzioni in azioni concrete. Un valido esempio di remarketing è senz’altro l’invio di un’email nella quale ricordiamo al cliente che ci sono degli articoli nel carrello o nella lista dei desideri e contestualmente gli mostriamo nuovamente i prodotti con le relative caratteristiche.

Frank Lanterna

Possiamo anche approfittare della situazione per indagare le ragioni della sua titubanza e cercare di convincerlo mettendo in luce i reali vantaggi e benefici del prodotto o servizio, possibilmente riservando degli sconti o dei bonus se acquista subito (richiamo all’azione, follow-up, nurturing continuo).

Il Retargeting e il Remarketing sono due facce della stessa medaglia o, meglio, della stessa strategia volta a coinvolgere e convincere nuovamente coloro che a vario titolo hanno già mostrato interesse o interagito con il nostro sito. È possibile far comparire dei banner pubblicitari in modo latente e/o fare la stessa cosa anche in fase di ricerca consapevole. La differenza sostanziale dipende dal mezzo che viene usato per veicolare il messaggio e raggiungere i clienti, ma ciò che resta invariata è l’efficacia delle due tattiche in grado di registrare livelli di engagement fuori dal comune. Integrare azioni di retargeting o remarketing nel proprio piano di web marketing può contribuire in modo significativo a incrementare il ritorno sull’investimento (ROI) del marketing.

Proprio queste tattiche sono estremamente utili per convincere i potenziali clienti a scegliere la tua azienda o un tuo prodotto nel preciso momento in cui LORO (non tu!) sono pronti a effettuare un acquisto.

Capitan M

SCARICA IL MIO OMAGGIO